Stai leggendo ora
I domenicani non giocano a catenaccio

I domenicani non giocano a catenaccio

fr. Francesco Lorenzon op

“Ma come ti stanno trattando in Inghilterra dopo la nostra vittoria agli europei?”. Questa è stata una tra le domande più frequenti durante il mio soggiorno in Inghilterra che ho fatto l’anno scorso. In realtà i frati oltremanica l’hanno presa bene, scherzando con il classico humour britannico: “Vedi, noi inventiamo gli sport e poi li vincono le altre nazioni!”, come ebbe a dirmi un confratello di Oxford.

In effetti, il calcio è nato proprio in quelle terre, con la prima partita tra squadre nazionali che ebbe luogo ad Hamilton in Scozia nel 1872. Allora c’era molto spirito ma poca strategia, tanto che l’Inghilterra sfoderava un meraviglioso modulo 1-1-8 (otto attaccanti!), mentre la Scozia puntava più alla difesa, con un raddoppiamento del numero dei difensori e dei centrocampisti in un modulo 2-2-6. 

Con l’avvento del calcio professionistico, le strategie sono diventate sempre più raffinate e complesse. Il calcio italiano è storicamente famoso per il catenaccio, uno stile di gioco opposto all’incontro di Hamilton e che puntava tutto sulla difesa, il cui spirito si potrebbe dire riassunto nelle famosa canzone degli 883, la dura legge del gol:

È la dura legge del gol /
Fai un gran bel gioco però /
Se non hai difesa gli altri segnano /
E poi vincono.

Tutto molto bello mi si potrebbe dire. Ma cosa c’entra il calcio con la rivista di una provincia religiosa? C’entra, c’entra, perché se il gesuita Baltasar Gracián poteva dire nel suo Oracolo  manuale che “arrecano maggior vantaggio i nemici al saggio che gli amici agli stupidi”, a maggior ragione si possono ricavare lezioni di vita da ogni cosa, se si osserva con il giusto spirito contemplativo il mondo (e di sicuro non considero l’attività calcistica una nemica dei domenicani, tanto che i colori bianco e neri del Newcastle UFC sono legati proprio al nostro Ordine). 

L’Italia è sì famosa per il catenaccio, ma il mondiale dell’82 lo abbiamo vinto con la tattica della zona mista, una sua evoluzione. E a sua volta, agli europei Mancini non ha utilizzato il catenaccio, ma un sistema di gioco dinamico che si adatta sulla base del possesso palla (qui mi fermo perché non sono un esperto — se qualcuno fosse interessato legga qui). Il fine era sempre lo stesso, far vincere gli azzurri, ma il modo era cambiato.

Così è anche per Dominicus. Il contesto del 1998 — data di nascita di Dominicus — è ora completamente diverso. A distanza di 24 anni è esploso internet. Così la rivista torna in questo formato totalmente web che gli permette una diffusione più efficace e capillare. Il fine tuttavia è lo stesso: informare e formare la famiglia domenicana della Provincia San Domenico in Italia, far girare le notizie, essere strumento di coesione per tutti. Ora però c’è una dimensione di visibilità impensata rispetto al passato. Tutto è aperto, e un visitatore ateo potrebbe tranquillamente vedersi raccomandato dagli algoritmi di Youtube uno dei nostri video. Questo può essere un modo anche per mostrare il carisma della predicazione non solo a parole (importantissime!), ma nell’atto stesso di porle.

Altre proposte di lettura
Cunicolo con esploratori

Un’ultima richiesta che vi chiedo con tutto me stesso: ci sono più di dieci miliardi di documenti sul web indicizzati da Google secondo il sito World Wide Web Size (fonte). Sono stime approssimative, ma significative. In questo mondo c’è una quantità travolgente di informazioni, ma solo una piccola frazione è efficace e viene letta. E di questa piccola frazione, solo un’altra piccola frazione è effettivamente edificante per il bene dell’uomo. Uno dei modi essenziali per potere garantire efficacia ed edificazione, è ascoltare l’uditorio. Durante la registrazione di un film, c’è un ruolo dedicato che è quello del microfonista. Il suo compito è registrare le voci degli attori e assicurarsi che non ci siano rumori fastidiosi (e sono più di quanti ne possiate pensare — trattori, aerei, gente che starnuta, ve lo dico per esperienza). Se non c’è, si rischia di rovinare l’esecuzione di un eccellente attore per una serie di colpi di tosse.

Questo vale anche per Dominicus. Il vostro commento è essenziale, siete i miei microfonisti. “Gli articoli sono troppo difficili!”, o “mi piacerebbe un articolo di approfondimento storico sul vegetarianesimo nell’Ordine!”, non so, dite pure quello che pensate, così che possiamo migliorare sempre di più. Per farlo, leggete qui.

Grazie!

© 2021 Provincia San Domenico in Italia.